Dopo la Festa Rossa un PRC di Asti più forte da ogni punto di vista.

Scene_festa_rossa13

Dopo la Festa Rossa un PRC di Asti più forte da ogni punto di vista.

La Segreteria Provinciale si mostra pienamente soddisfatta del risultato della festa che come livelli di vitalità e partecipazione ci riporta almeno al 2007, quando il partito nazionalmente aveva ben altre % elettorali e ben altra rilevanza mediatica. I circa 1000 coperti serviti, il 20% in più dello scorso anno, il gruppo “staff” Festa composto da circa 40 compagni e compagne in gran maggioranza Giovani Comunisti cresciuto come capacità e numero rispetto alla scorsa edizione, la qualità dei dibattiti e dei piatti serviti e molte altre cose testimoniano una crescita del Partito anche al di la della festa infatti la federazione provinciale del PRC di Asti è in crescita di iscritti e militanti, di attività e di idee da qualche anno.

I nostri prossimi passi ora saranno dare il via ad un corso di scuola politica della durata di una quindicina di appuntamenti di formazione spalmati su alcuni mesi, avvalendoci di competenze locali e non di sicuro valore, centrando l’obiettivo su una crescita politica collettiva del corpo militante e dei quadri dirigenti ma naturalmente mettendo a disposizione il corso anche ad esterni.

In secondo luogo articoleremo la nostra campagna nazionale sul Piano Per Il Lavoro tarandola più possibile sui problemi numerosi e complessi della nostra provincia.

E come ultime cose daremo il via all’offerta di servizi fiscali e di sportello migranti alla da poco inaugurata Casa del Popolo di Castello di Annone e con una assemblea generale chiameremo a raccolta i GC, cresciuti con la Festa Rossa di 4-5 unità, per lanciare un paio di campagne e un paio di attività legate al mondo della scuola e del diritto allo studio.

Rifondazione Comunista ad Asti c’è, ci sarà e continuerà a crescere.

Nicolò Ollino, Segretario Provinciale PRC

Lascia un commento

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On YoutubeCheck Our Feed