Asti no al progressivo degrado!

Manifestazioen sabato 6 febbraioLa Federazione provinciale di Rifondazione Comunista aderisce alla manifestazione di sabato 6 febbraio promosso dalla sinistra   per denunciare il costante degrado in cui versa il capoluogo e all’assenza di una risposta efficace da parte dell’amministrazione comunale. Il pasticcio della Casa di Riposo, l’essere scivolati al 75° posto della graduatoria sulla qualità della vita ed essere l’ultima di tutto il Nord Italia sono il segnale di una crisi d’iniziativa inaccettabile. Ricordiamo che le parole d’ordine del sindaco Brignolo furono la mia giunta sarà la cabina di regia per il rilancio di Asti. Oggi, non solo vediamo il sindaco cacciato a colpi di ricorsi dagli incarichi che cerca di occupare con una smania di protagonismo davvero sorprendente ma siamo costretti a subire l’assenza di un progetto serio per ridare fiato alla nostra città. Per esempio la qualità dell’aria non può essere garantita dalle condizioni atmosferiche di un inverno anomalo ma piuttosto affrontato con un piano del traffico metodico e facendo sistema con il trasporto regionale. Lo smantellamento della rete ferroviaria, da parte della regione che avrebbe diminuito sensibilmente l’ingresso di veicoli in città, è stato subito dalla giunta con una leggerezza impressionante. Il nuovo orario dei mezzi pubblici è completamente scoordinato rispetto a quello dei treni. Al Sindaco Brignolo, vorremmo segnalare che la stragrande maggioranza degli astigiani e delle astigiane è costretta a lavorare e studiare altrove perché questa città non da opportunità adeguate! Non serve offrire sporadicamente i mezzi gratis ma dare modo a chi li usa di trarne il beneficio che ogni servizio pubblico dovrebbe garantire in quanto tale. Rifondazione Comunista aderisce e invita la cittadinanza a partecipare alla manifestazione che partirà dalla Casa di Riposo in Via Bocca 7 ad Asti alle ore 15 di sabato prossimo. Chi lotta può perdere chi non lotta ha già perso!

 

La Segreteria provinciale del Prc Se.

Lascia un commento

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On YoutubeCheck Our Feed