Un autunno pieno di impegni e ricco di promesse

Un autunno pieno di impegni e ricco di promesse

Dopo un lungo silenzio dovuto a vari disastri informatici e a problemi di salute che hanno colpito un po’ tutti, torniamo
a parlare a iscritti e simpatizzanti attraverso il sito per fare il punto della situazione: nonostante tutto la Federazione
di Asti è stata molto attiva, soprattutto sul fronte del movimento nato dall’assemblea del Brancaccio, movimento provvisoriamente
denominato Alleanza popolare per la democrazia e l’uguaglianza.
Dopo una serie di incontri svoltisi nel mese di settembre, si è arrivati, come già sapete, ad organizzare la prima assemblea
pubblica il 12 ottobre scorso presso la sala Platone del Municipio di Asti, cui sono intervenuti dal Coordinamento regionale
Livio Pepino e Guido Ortona. Diciamo per chi non fosse stato presente che l’assemblea è stata molto partecipata (più di ottanta
persone ad Asti, di questi tempi, possono essere considerate un successo) e ha fatto rilevare presenze che fanno riferimento a
tutto l’arco della sinistra, oltre a soggetti della cosiddetta società civile. Cosa importantissima, i giovani erano molti e
attentissimi, e alcuni sono intervenuti nel dibattito. Il quale dibattito, aperto da Pepino e Ortona (rispettivamente sulle motivazioni
generali del movimento e sul ruolo che gli enti pubblici svolgono nei paesi leader europei e non in Italia) si è poi ampliato in
numerosi interventi che hanno delineato una mappa dei vari problemi che il movimento dovrà fare propri al fine di affacciare
soluzioni, in primo luogo in vista della stesura di un programma elettorale unitario nettamente antiliberista, e quindi chiaramente
svincolato dalle manovre del PD e dei suoi volatili alleati.
Nel corso della serata si sono raccolti i nomi di coloro che si sono dichiarati disponibili per far parte del coordinamento
astigiano del movimento: Stefano Bego, Giancarlo Dapavo, Kliti Deda, Massimo Di Antonio, Domenico Massano, Claudia Rozzo, Davide
Santarella, Carlo Sottile, Emilio Varni. Si sono raccolte inoltre le adesioni ai gruppi di lavoro che si impegneranno da subito
sul programma elettorale; le schede distribuite in sala proponevano già alcuni argomenti (lavoro, ambiente, salute, politiche
educative), ma lasciavano spazio per introdurre altri temi. Sommando alle proposte e adesioni raccolte la sera del 12 anche quelle
pervenute nei giorni successivi, si ha la seguente situazione: gruppo sul LAVORO (9 adesioni); gruppo sull’AMBIENTE (6 adesioni);
gruppo sulle POLITICHE EDUCATIVE (6 adesioni); gruppo sulla SALUTE (4 adesioni); gruppo sull’AGRICOLTURA (7 adesioni); gruppo sulla
CASA (3 adesioni); gruppo sugli ENTI LOCALI (3 adesioni). Tre temi hanno avuto un unico proponente: SVILUPPO ECONOMICO, DISABILITA’,
MIGRANTI.
Si proseguirà ora con la seconda assemblea pubblica che si terrà in ASTI, GIOVEDI’ 26 OTTOBRE, ALLE ORE 20.45, presso il CIRCOLO
AZIENDALE WAY-ASSAUTO, e che dovrà definire il gruppo di coordinamento e dare avvio ai gruppi di lavoro (il portavoce di ciascun gruppo
va a fa parte del coordinamento). Ovviamente i gruppi sono (e resteranno) aperti ai contributi di tutti: sollecitiamo quindi tutte
le compagne e i compagni che ancora non l’hanno fatto a dare la propria adesione e il proprio contributo critico.

Lascia un commento

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On YoutubeCheck Our Feed